Skip to content

theselbmann

Jean de Santeul aveva ragione. E anche Eddie Murphy. E anche Charles Darwin.

…sto parlando delle suore. Io incontro suore ovunque. Loro attirano me e io attiro loro.

Tanto per cominciare, io dalle suore c’ho fatto l’asilo. Suor Carmela (buon’anima) ci faceva cantare, teneva il tempo con il piede e con una bacchetta nera, che poteva anche diventare punitiva. Alla fine dell’anno ci facevano fare una foto di gruppo, alle femmine mettevano un fiocco bianco sulla testa, una cosa tremenda.

Da più grande, per alcuni anni feci il corteo storico vestita da suorina. Un caldo pazzesco e un gran mal di piedi.

Non contenta, un anno di università me lo feci in un convitto gestito da suore, e partecipai anche ad un coro di giovani santi.

Proprio quando stavo per avviarmi alla santità, qualcosa è andato storto. Tra me e le suore è sorta una specie di incomunicabilità, un muro di silenzio. L’ultimo discorso lo feci con una suora di El Salvador, tutto in spagnolo, un viaggio in treno ci circa 2 ore.

I nostri mondi, il mio e quello delle suore, hanno da allora iniziato a sfiorarsi senza toccarsi. Ho iniziato a trovarmele davanti in tram, sul bus, alla stazione, finanche all’aeroporto. Si mostrano a me in variopinte forme, fanno cosa strane per attirare la mia attenzione. Ho iniziato a collezionare scatti rubati con il BlackBerry. Metto da parte le immagini.

Un giorno dovrò metterle insieme, ricomporre i pezzi e capire cosa vuole Dio da me.

Ecco alcuni scatti:

(bus) suora con lunghissimo velo

 

(bus) so che non si vede bene, ma è una suora che teme i germi sui mezzi pubblici, in due giorni diversi, sulla stessa linea

(Fiumicino – Aeroporto) suore che caricano bagagli, tormentate dal vento

(bus) suora in bianco con montatura da vista

(Roma – Termini) suora in particolarissimo abito blu

(Roma – fermata tram) suore che hanno fatto acquisti da Original Marines

Chissà cosa mi sta comunicando il cielo…

Annunci

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: