Skip to content

theselbmann

Jean de Santeul aveva ragione. E anche Eddie Murphy. E anche Charles Darwin.

Mi piace pensare che non dipenda solo dal prezzo. No, non è solo per quello che non compro carne rossa. In effetti non ne compro tanta perchè è difficile trovarne di buona. Quella che trovi al supermercato butta fuori un bicchiere d’acqua ogni volta che la scaldi appena appena in padella. Questo non va bene, perciò o la mangio buona o non la mangio per niente.

E poi è cara.

Ad ogni modo, i nutrizionisti stessi consigliano di sostituire la carne con i legumi. Devo ammettere, però, che non rivestono esattamente la stessa attrattiva. Per prima cosa, i legumi non si possono fare al sangue, cosa che trovo estremamente disdicevole. Non si possono neanche fare alla pietra, nè se ne può fare la fondue. La carne, invece, è roba raffinata. Ecco spiegato perchè la cucina a base di legumi viene anche detta cucina povera.

Francamente darmi alla cucina povera non mi attira proprio …mentalmente. Perciò le darò un nome diverso: da adesso in poi le conferirò un respiro internazionale, la chiamerò crisis cuisine. Io sono, d’ora in poi, una crisis chef.

Rendere interessante un fagiolo borlotto non è mai stata impresa facile. Tutto va fatto in un certo modo, altrimenti si rischia di cadere nella banalità più profonda. In questi giorni ho ripescato una ricetta di antica tradizione che alcuni hanno dimenticato e ingiustamente schifano. Io, invece, la propongo a chi avrà la pazienza di seguirne i delicati passaggi.

La ricetta che vado a proporre l’ho chiamata thon haricots.

Ingredienti: fagioli borlotti, olio, tonno, sale, pepe.

In un pentolino di dimensioni medio-piccole, antiaderente, possibilmente di nuova generazione, con fondo rivestito in ceramica, lasciar coccolare un filo d’olio a fuoco lento.
Aggiungere il contenuto di una confezione di fagioli borlotti Auchan, privandola prima del fastidioso liquido di conservazione dell’alimento.
Con un cucchiaio, mescolare delicatamente assicurandosi che i legumi sopraversati siano ben amalgamati con l’olio coccolato.
Aggiungere un pizzico di sale e pepe q.b.
Aggiungere il contenuto di una scatoletta di tonno RioMare, espellendo l’olio di conservazione in eccedenza.
Mescolare con cura, assicurandosi di utilizzare lo stesso cucchiaio di cui sopra.
Non appena caldo e fumante, adagiare il contenuto del pentolino su un piatto in ceramica dell’Ikea.
A piacere, accompagnare il piatto con del pane fresco di giornata o scongelato.

Buon appetito!

Annunci

Tag:, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: