Skip to content

theselbmann

Jean de Santeul aveva ragione. E anche Eddie Murphy. E anche Charles Darwin.

Pensavo fosse una roba vecchia, perchè quando la fecero in tv io ero abbastanza piccola, probabilmente facevo le scuole medie e neanche da troppo tempo. Insomma ero preparata al fatto che fosse una cosa datata. Poi ho letto 1995.

1995…

…cazzo.

Noi abbiamo avuto grandi personaggi dello spettacolo in Italia. Non sempre ma molto spesso li ricordiamo quando è troppo tardi, perchè siamo occupati a venerare gli sciocchi comici di Zelig e Colorado o perchè ci prostriamo solo davanti ai mostri sacri della tragedia. Ma noi abbiamo avuto gente forte.

Qualche anno fa, quando vivevo a Firenze, andai in un teatro dietro Piazza Brunelleschi per comprare il biglietto per andare a vedere uno dei miei miti assoluti e intoccabili, Anna Marchesini. Mi dissero che aveva annullato la data perchè non stava bene.  Ci rimasi male, avevo voglia di andarla a sentire ancora recitare a teatro. Mi ricordo che l’ultima volta che ero andata a vederla la andai a trovare dietro le quinte, mi autografò una foto che tengo ancora attaccata al mobile dove custodisco le mie centinaia di cd, e io la salutai dicendo: “Alla prossima” e lei sorridendo mi disse “Alla prossima!!” con quel fare esagerato da teatrante troppo cordiale.

Il Trio era un concentrato di talento, di attori veri, di gente che aveva studiato.

Nel 1995, dicevo quindi, Anna Marchesini e Tullio Solenghi misero su il testo di uno sceneggiato in due puntate che andò in onda su mamma Rai. Si chiamava La Rossa del Roxy Bar. Io non so chi se ne ricorderà…immagino gran poca gente. Persino Youtube ne conserva scarsa memoria. Ne tiene gli sketch più insignificanti, divertenti ma insignificanti. Invece era una cosa seria che più seria non si può.

Io ero piccola ma la guardai decine e decine di volte, perchè a quel tempo le cose che passavano in tv te le registravi in VHS e poi te le guardavi fino a consumare il nastro.

Era la storia di un matrimonio annoiato. Lui e lei che attraversano la proverbiale crisi del settimo anno. Si chiamano Tonino e Tiziana. Lei che si trascura, lui pure. La routine li ha ammazzati e ammorbati. Sono drogati di banalità. L’abitudine li ha condannati a non fare più caso l’uno all’altro, se non per quelle piccole idiosincrasie quotidiane che ti fanno saltare i nervi e fottono il resto, come quando lui lascia il cucchiaino leccato nello zucchero. E succede che lui inizia ad uscire con un amico, lei rimane sola a casa e la linea che li separa diventa sempre più una voragine vuota.

Così un bel giorno, lei riceve la telefonata di un suo ex fidanzato dei tempi dell’università e decide di accettare il suo invito a cena. Sono molto cambiata, Francesco. Gli dice. Ma lui non ci crede neanche un po’, la immagina come era una volta. Tiziana non se la sente di farsi vedere in quello stato ed è risoluta a darsi una restaurata. Si traverste da un’altra sè e quando arriva al ristorante è una persona diversa. Bella, sexy e … miope. Talmente miope che sbaglia tavolo e, fatalità, va a sedersi al tavolo dove Tonino aspettava il suo amico. Lui però non la riconosce e si invaghisce di lei.

Tiziana diventa così l’amante del suo stesso marito. Tonino nel frattempo inizia a capire che la moglie se la fa con un altro, ma non immaginerebbe mai di essere lui. Per riconquistarla, decide di diventare un uomo diverso e corteggiarla come non fa da troppo tempo. Si traveste a sua volta da un altro sè  e riesce a farla invaghire di lui, dedicandole l’attenzione e la premura che in tanti anni ha dimenticato di darle.

Il trucco non può durare a lungo e alla fine le maschere cadono. Chi siamo? Ma soprattutto chi cazzo siamo diventati e come abbiamo fatto? E perchè diavolo siamo così se sappiamo di poter essere qualcosa di diverso?

Infatti, non ce n’è motivo.

E’ per questo che la scena si chiude con i due sotto le loro mentite spoglie, nelle rispettive maschere autentiche, vestiti del loro lato migliore. Lui le  si avvicina e le ricorda che è il suo compleanno e lei gli risponde: Tu sì che ti sei ricordato…

Annunci

Tag:, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: