Skip to content

theselbmann

Jean de Santeul aveva ragione. E anche Eddie Murphy. E anche Charles Darwin.

Il motivo per cui vale la pena essere ricchi non è perchè se sei ricco non hai problemi. I problemi putroppo ci stanno sempre, avere problemi è parte della vita. Non importa quanto tu sia ricco, avrai problemi.

Però se sei ricco, tendenzialmente affidi i tuoi problemi agli altri. Questo è un servizio che ha un costo, e tu te lo puoi permettere. A questo serve avere dei servi. Non per il gusto di comandare, per carità, ma per il gusto di delegare. Delegare è un gran privilegio. Il ricco può delegare. Io non posso.

Perciò mi tocca far fronte alle cose quotidiane, così come deve fare la gente semplice. Mi tocca far fronte ai disservizi, ai ritardi e alle lentezze del’Atac.  Mi tocca litigare per telefono con operatori annoiati e respirare la puzza dei miei simili ogni volta che vado a lavoro. E cazzo, miei simili, e datevela ‘na lavata! Mi tocca fare la fila per pagare bollette stratosferiche che mi mandano quegli stronzi dell’Acea energia, che spero fallisca presto, e dell’Eni gas, che spero muoia tra sofferenze indicibili. Mi tocca pagare la benzina ogni litro quanto una confezione di petti di pollo.

Mi tocca avere a che fare con il portavoce del padrone di casa (sì, io non parlo con il padrone di casa, perchè il mio padrone di casa è ricco e quindi ha delegato ad un servo la questione dell’affitto, che è una vera scocciatura), che dall’appartamento in cui vivo ricava tre volte il mio stipendio, ma comprare un mobiletto in più per la cucina è troppo, troppo costoso. Quindi no, non si compra. Ma intanto devo pagare un affitto al di sopra delle mie possibilità, perchè i romani pensano che le case ce l’hanno solo a Roma, e nel resto del mondo ancora non sono arrivate, perciò te le fanno pagare come se ogni mese ti comprassi un iPad. E se per caso ti viene in mente che forse ne vorresti vedere un’altra di casa, ti tocca sorridere a stronzi che vogliono affittarti bettole fatiscenti con i mobili residuati dai bombardamenti del 15-18. Che ti dicono che la casa è completamente ristrutturata quando al massimo puoi dire che è ritinteggiata, anche con dubbio gusto. Alla fine sorridi e dici che ci pensi un po’ su. Poi torni a casa e sbatti la testa sull’armadio soffocando varie urla ritmate dai colpi del tuo cranio:

CHI

CAZZO

VI

CREDETE

DI

ESSERE?

STRONZI!

E poi a voce bassa…: odio tutti…tutti, uno ad uno, singolarmente e tutti con eguale intestità.

Quando senti che difficilmente le cose possono andar peggio, è il momento che il tuo frigo inizia a perdere liquido puzzolente, e tu non sai perchè.

Quindi vale la pena essere ricchi, vale decisamente la pena, se non altro per avere un cazzo di frigo come si deve. Un frigo americano, un frigo bianco, spazioso e felice:

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: