Skip to content

theselbmann

Jean de Santeul aveva ragione. E anche Eddie Murphy. E anche Charles Darwin.

CONTESSA: Aoh, la signora C. che c’ha 92 anni ha detto che non ha mai bevuto ll’acqua in bottiglia.

IO: E ssecondo te pperchè a tte tte famo beve solo quella?

CONTESSA: Le se’ cattiva. La Mirella c’ha un telefono bellissimo, col salvavita dietro. Lo vojo pure io.

IO: Sai che ppalle, se te sbaji poi ce dai fastidio a ttutti.

CONTESSA: Le se’ cattiva.

IO: T’ho ddetto che ddevi fa’. Stanotte tu mettete giù, metti le mani giunte, tieni stretto un rosario e fa’ ‘n’espressione serena. Poi domattina passo a vvedè com’è la situazione.

CONTESSA: C’ho fatto ride un sacco de ggente co sta storia che mme dici te.

IO: Mh, me fa ppiacere.

CONTESSA: Ecco, me piace sto ragazzo, solo che ppare ‘na femmina.

IO: Ma chi è?

CONTESSA: Ecco pure sta ragazzetta, solo che mme pare na melenza.

IO: Ma chi vvoi trovà ssu RRai1?

CONTESSA: Aoh, t’ho preso 3 confezioni de trippa.

IO: De trippa?! Co sto callo??

CONTESSA: E cche cc’entra ‘l callo?

IO: Ma scusa, che tte tte la magni la polenta a fferragosto?

CONTESSA: E pperchè no? Poi te vene a ccena ‘n’amica…!

IO: E je do la trippa!

CONTESSA: Ambè, vedi come sela magna!

IO: Aoh, t’ho dda raccontà un pettegolezzo.

CONTESSA: Sì, che mme piace sentì…

Tag:, ,

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: