Skip to content

theselbmann

Jean de Santeul aveva ragione. E anche Eddie Murphy. E anche Charles Darwin.

Ebbene sì, ogni volta che si torna da Barcellona si sta una merda per i successivi tre/quattri giorni. Poi si ripiomba talmente nella quotidianità che è praticamente come se non ci fossi mai stato. Quindi è bene fissarsi qualcosa, tanto per non dimenticare.

A Barcellona c’ero già stata anni e anni fa, con una mia carissima amica. Ebbene, chiamatela coincidenza, ma questa mia stessa amica, proprio mentre mi trovavo a Barcellona in questi giorni, ha deciso di sfornare il primo figlio. Cavolo! Lo sapevo che sarebbe nato mentre stavo in Spagna, me lo sentivo. Eravamo giovani, single e spensierate. La nostra più grande preoccupazione era l’abbronzatura, che doveva essere uniforme e doveva farci sembrare mulatte. Bei tempi.

Tuttavia Barcellona si gode pure da grandicelli.

Ve ne propongo le cose più notevoli, catturate con il mio fido BlackBerry, in attesa di postare le foto che la mia amica a Barcellona ha scattato con una fotocamera da turista fighettina, che costituiranno la seconda parte del fotoreportage from Barna.

Quello che vedete qua sotto, è un primo piano di una delle oche che si trovano nel chiostro della Cattedrale. Le oche sono in tutto 13. Pare che stiano lì per fare la guardia a Sant’Eulalia, patrona di Barna. Se bastassero 13 oche per stare al sicuro le terrei sul balcone di casa mia. Mi sono chiesta per quale motivo sono 13. Pare che Eulalia, buon’anima, abbia avuto un gran culo nella vita. Morì infatti a ben 13 anni, sottoposta a 13 tipi di torture diverse. Il che ricorda vagamente la fine del beneamato e celeberrimo Vigo, flagello della Carpazia. Se non sapete chi è, è meglio che vi documentiate, cari miei, perchè questa è cultura.

Non pensiate che le oche sono l’unica cosa interessante di Barna. In effetti, ho notato che c’è dell’altro, del molto altro. Nella foto qui sotto, noterete una persona che non sappiamo chi è tenere in mano due testi fondamentali della letteratura contemporanea, che non a caso sono stati tradotti anche in spagnolo. L’autore è italiano ed è recentemente divenuto sindaco. Questo dovrebbe riempirci tutti di orgoglio patrio. Ammirate le sue opere:

Qui di seguito potete notare un tipico balcone della zona di Vallcarca con due vessilli alleati. Non sappiamo perchè, non vogliamo saperlo. Ma è una cosa simpatica. Probabilmente segnalano che lì ci vivono due innamorati di nazionalità diverse, dal momento che non ha le sembianze di un’ambasciata. Ci piace pensare che la gente a Barcellona si innamora di chi vuole, e in effetti è così:

Ah, dimenticavo. Pensate che solo in Italia abbiamo problemini con le signorine allegre che fanno strada fino ad occupare poltrone importanti? Ebbene no. Anche in Spagna hanno di questi piccoli intoppi. Come testimonia la locandina qua sotto riportata, la questione è anche di interesse iberico:

Fortunatamente possiamo dimenticare le ingiustizie affogando l’ansia e i dispiaceri in una birretta fresca, tanquillamente gustata nel quartiere di Gracia. Pur essendo nota per collezionare bicchieri da birra dal mondo, questo non sono riuscita ad ottenerlo. Eppure è diffuso in tutta Barna. Diciamo che mi sono controllata per non venire arrestata e rischiare di non tornare sul posto di lavoro, con lo spiacevole risultato di venir licenziata:

Alla fine sono dovuta tornare. Non prima di aver lasciato una testimonianza del mio passaggio su uno di quei fogli che vengono messi nei negozi per provare le penne in vendita. Poi vengono cambiati, buttati via. Ed è un bene. Perchè lasciare tracce fisiche non va più di moda ormai:

Arrivederci alla seconda puntata. Vorrei lasciarvi con un quesito su cui riflettere. Lo poneva una lavagnetta attaccata alla parete di un grazioso baretto della Barceloneta. Mi sono interrogata a lungo sulla possibile, saggia risposta. Poi ho trovato la soluzione, ragionando a lungo con la mia amica. La soluzione mi ha portato a scattare foto delle quali mi vergogno, per le quali potrei essere ricattata e che quindi non posterò mai:

Annunci

Tag:, , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: