Skip to content

theselbmann

Jean de Santeul aveva ragione. E anche Eddie Murphy. E anche Charles Darwin.

C’è questa specie di pozzo che in realtà è una prigione, ma non è chiaro il motivo per cui ci dovresti essere sbattuto dentro. Ne esci? No. O meglio, puoi uscirne solo se ti fai una mega arrampicata. Nessuno ce la fa, ma non perché non sono abbastanza forti, ma perché non c’hanno… come ti posso dire… non c’hanno abbastanza anima! E questa prigione sta nel mezzo di una territorio brullo, apparentemente non lontano da un resort sul Mar Rosso, comunque in location vagamente arabeggiante.

Ad ogni modo, in questa prigione non è chiaro come vengono smaltiti i rifiuti, o come arriva l’acqua, o come ci sta gente che ci lavora, tipo… Non è chiaro neanche che tipo di collegamento abbia con Gotham City, che alla fine a rigor di logica si dovrebbe trovare parecchio lontano, qualcosa come 15 ore di aereo, più o meno, senza contare il tempo che perdi con gli scali. Ma tu e il tuo nemico ci mettete un attimo, come se foste scesi un secondo a comprare le sigarette. Puf! Forse c’è un Italo superveloce tra Gotham City e il pozzo. Queste sì che sono infrastrutture degne di questo nome…

Pare tra l’altro che nel pozzo ci sia un eccellente fisiatra, o pranoterapeuta, e anche un cieco che ne sa un monte e può dirti un botto di verità alle quali non saresti potuto arrivare da solo. Ah, nel pozzo parlano tutti americano e c’è un ottimo collegamento a internet, infatti puoi vedere in streaming tutto quello che succede a Gotham City.

Poi c’è una setta di gente molto cattiva, che ha qualcosa a che fare con il pozzo, o prigione, che dir si voglia. E insomma lo scopo fondamentale dei cattivi è gettare Gotham City in una deriva stalinista di giustizia sommaria contro il capitalismo, per farla poi esplodere subito dopo. Per giunta nevica. Mondo boia…

Meno male che alla fine ti sei ripreso e hai rimesso più o meno tutto al suo posto. Hai pure trovato l’aiutante, nonché la ragazza, che tra l’altro picchia forse meglio di te e nel caso ti può pure tornare utile.

Alla fin fine, dobbiamo rassegnarci al fatto che continueremo a pagare un sacco di soldi per il petrolio, perché non siamo pronti per l’energia pulita.

E comunque Batman somiglia sempre di più a Berlusconi. Cavaliere, non più giovanissimo, imprenditore, ricco, pieno di figa (e non tutta affidabile…) e ci ha salvato dal comunismo. E non rassegna mai le dimissioni. Chissà se alla fine si deciderà a lasciare il testimone a Alfano…o al limite a Robin!

Vabè comunque è divertente eh… so io che sto a diventà vecchia.

Annunci

Tag:, , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: