Skip to content

theselbmann

Jean de Santeul aveva ragione. E anche Eddie Murphy. E anche Charles Darwin.

E’ solo la seconda volta che chiedo ai pochi disperati che passano di qui di dare un contributo personale. La prima ebbe un certo successo e vennero fuori cose interessanti. Ebbene, stamattina uscendo di casa, non so per quale motivo ma mi è venuta in mente la ninna nanna che mi cantava sempre mia mamma.

Per le ninne nanne è stata piuttosto originale. Me ne cantava due in particolare. Una era questa:

L’altra, quella che mi venne in mente stamattina, è una canzone bellissima, che io sapevo a memoria senza saperne il significato, così come tutte le canzoni che imparavo da piccola, perché come potevo sapere l’inglese da piccola? Non potevo. E insomma la canzone, scoprii poi, raccontava una storia particolarmente triste. Meno male che lo scoprii solo molti anni dopo, sennò sai che delusione…

Beh, è questa:

Arriva il weekend, possiamo riposarci e dormire di più. Come quando eravamo piccoli. Possiamo rilassarci.

Quali sono le canzoni che hanno segnato la vostra tenera infanzia? Ninne nanne in particolare, non importa che fossero cantate da qualche genitore o da chi ne fa le veci. Ninne nanne! O canzoni usate in qualità di ninne nanne.

Dai ditemelo.

Annunci

Tag:, , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: