Skip to content

theselbmann

Jean de Santeul aveva ragione. E anche Eddie Murphy. E anche Charles Darwin.

Paperoga, lo sanno tutti, è il cugino scapestrato di Paperino e Gastone. E’ quello pasticcione, nullatenente e nullafacente, quello con il maglione rosso con la banda nera e lo zuccotto in tinta per tutte le stagioni. Quello che segue corsi per corrispondenza, che arriva sempre al momento sbagliato, che dà per scontato che la sua presenza non ti disturbi. Mi casa es tu casa. O meglio, tu casa es mi casa.

Mi sono chiesta a chi somiglierebbe Paperoga nel mondo degli uomini. Con quel capello lungo e unto sempre spettinato, quell’andazzo strano di chi trova interessanti le cose più disparate, di chi non ha nulla da fare nella vita ma si tiene impegnato con qualsiasi cosa. Paperoga non si preoccupa mai di niente, è ottimista ma senza reale motivo. Eppure, a differenza di Paperino, è uno che non si tira mai indietro, è sempre entusiasta di tutte le cose che gli capita di fare, anche se sono le spericolate e tirchie avventure nelle quali Zio Paperone coinvolge i nipotastri. E a differenza di Paperino non è un oziatore incallito, anzi il suo arrivo desta sempre il cugino dalla siesta in amaca.

Lo abbiamo sempre visto ridanciano, a volte irritante, spesso spensierato.

Non so voi ma io non l’avevo mai visto così:

paperoga 1

Iniziamo col dire che la memoria a breve termine di Paperoga è stata cancellata. Perché in Paperoga eroe dello Spazio si è ritrovato per caso su un pianeta alieno e, non si sa bene come, l’ha pure salvato. Ma la principessa della quale si era innamorato, e che lo ricambiava avendone intuito la bontà e la nobiltà d’animo, ha scelto di servire il suo paese e l’ha lasciato andare. Così, per non farlo troppo soffrire, gli hanno cancellato la memoria di quell’incontro. Un po’ come succede in Se mi lasci di cancello. Ma esattamente come in Se mi lasci ti cancello, non è così semplice eliminare un sentimento come l’amore. E quando la principessa torna a fargli visita perché vuole vederlo un’ultima volta, il suo cuore ricorda qualcosa.

Quando la guarda allontanarsi, fa una cosa che fa davvero di rado, si toglie lo zuccotto rosso, perché davanti ad un grande amore bisogna essere deferenti, anche se sei Paperoga.

paperoga 2

Forse solo la principessa aliena ha capito chi è Paperoga. E per farlo ci doveva venire dallo spazio, perché noi non lo avevamo capito.

Chi ti ama ti riconosce, sa vedere oltre quello che vedono gli altri, persino oltre come vuoi apparire tu stesso.

Come ha scritto Jeanette Winterson: as your lover describes you, so you are.

paperoga 3

Tag:, , , , , , , ,

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: