Skip to content

theselbmann

Jean de Santeul aveva ragione. E anche Eddie Murphy. E anche Charles Darwin.

So che è difficile accostare l’autore di Luca era gay a quello di Paranoid Android. Diciamo che è una bestialità, una violenza per la quale credo sia anche previsto il carcere duro. Ma io voglio sfidare il buonsenso e il buongusto. Vengo subito al dunque: i due canterini hanno in comune l’essere assolutamente avanti rispetto all’arretratezza dell’industria discografica. Sebbene io credo per ragioni diverse.

Ricordate quando i Radiohead decisero di vendere un cd esclusivamente on line e a offerta? Ecco, preistoria. Povia ha fatto di meglio. Povia te lo manda a casa, e te lo dedica. Giuro. L’ho scoperto leggendo un post sul nuovo blog del mio amico Marino.

E nello stesso giorno, leggo che Thom Yorke pensa esattamente quello che penso io, e cioè che ormai anche roba come Spotify (che sembra tanto avanti) non ha ragione d’esistere e non fa di certo l’interesse degli artisti emergenti, anche se quelli di Spotify sostengono il contrario.

Personalmente, ho il sospetto che Povia si affidi al fai da te perché dubito che con la crisi della discografia un qualsiasi discografico si azzardi ad investire su di lui. Ben diverso è quando uno deve investire su Thom Yorke. Ma poco importa. Diciamo che, ognuno a modo suo, sono due mega innovatori.

E ora, avendoli citati, facciamo prima il dovere e poi il piacere.

Visto che non ho certo intenzione di mettere sul mio blog un video di Povia, ho cercato una meravigliosa cover, cantata da spagnoli a lezione di italiano… pelle d’oca:

Per Thom, ho pensato a qualcosa di diverso… pelle d’oca:

Tag:, , , , , , ,

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: