Skip to content

theselbmann

Jean de Santeul aveva ragione. E anche Eddie Murphy. E anche Charles Darwin.

Il perfido Gru non adotta tre simpaticissime orfanelle per bontà d’animo, ma per perseguire un malefico piano per diventare il più cattivo di tutti. Come sappiamo, poi Gru arriva ad amare le tre bimbe infinitamente, come fossero sue. E’ il loro papà grande e grosso ed è il loro giocattolo preferito.

cattivissimo-me-2-nuovo-trailer-locandina-e-immagini-7

Insomma, Gru è un single che adotta tre bimbe e le fa stare bene, non fa loro mancare nulla. Certo se avessero anche una mamma sarebbe bello, sarebbe praticamente perfetto, ma questa strana famiglia fatta di Gru, bimbe e minions non è poi così male, funziona e funziona anche bene. L’istinto paterno vale come quello materno.

Certo che nessuno è geneticamente programmato per vivere da solo, così quando Gru conosce Lucy Wilde, la stramba spia che si innamora di lui e della sua famiglia, tutto finisce per il meglio e il quadro si completa:

Grulucy

Che la tua famiglia sia composta da pochi o da molti, che tu abbia un paradiso a una stanza o una grossa casa con tre bimbe adottate, una nuova mamma acquisita e centinaia di buffi esseri gialli ovunque, quello è il posto dove crescere bene, perché l’unico posto dove crescere bene è dove circola tanto amore.

E questo serva da monito a chi ancora sostiene il contrario.

Tag:, , , , , , , , ,

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: