Skip to content

theselbmann

Jean de Santeul aveva ragione. E anche Eddie Murphy. E anche Charles Darwin.

Quelli che, per qualche motivo, frequentano assiduamente questo blog ricorderanno di certo le mie avventure e disavventure con il concorso a cattedra. In caso voleste ripassare, cliccate qui.

Negli ultimi giorni sono alla ricerca di notizie e indiscrezioni che possano darmi speranza di assunzione nel prossimo futuro in qualità di professora magna. E ho scovato cose interessanti.

Dunque, facciamo un passino indietro. Secondo il sapiente bando eruttato dal Miur, io non avrei potuto partecipare al concorso, in quanto ho conseguito troppo recentemente la mia laurea specialistica (sì, lo so, è assurdo) e in quanto non sono abilitata per insegnare (sì, lo so, fino al concorso precedente i concorsi sono stati abilitanti, gli dei si sono svegliati con il culetto scoperto).

Per questi motivi, ho presentato ricorso e il Tar del Lazio ha detto: ok, dai, se proprio insisti partecipa, poi però se sei idonea non rompere il cazzo. Ho detto solo che puoi partecipare! Mica vincere!

Io ho partecipato e sono risultata idonea. Manco messa male in graduatoria definitiva, tutto sommato. Ma non in posizione da vincitrice. Tuttavia, in graduatoria definitiva. Se pensate che nel 2013 hanno assunto gente che aveva superato il concorso nel 1999…direi che chiunque avrebbe maturato una piccola speranza di assunzione nel medio periodo.

Ora, leggo di una sentenza del Tar della Sardegna che ha detto, in pratica: caro Miur, che cazzo dici? Una laurea è una laurea! Cazzo c’entra l’anno in cui uno l’ha presa!? Mh, sono d’accordo. Quindi qualcuno che ragiona c’è in questo mondo.

Ma passiamo al discorso dell’abilitazione. Il ministro Carrozza ha detto: vabè dai, diamo sta minkia di abilitazione a chi ha superato il concorso, però solo a chi è subito vincitore! Gli altri saranno pure idonei a insegnare, ma non sono idonei a insegnare.

Sì, lo so. Che ne parliamo a fare? Senza contare che persone abilitate non sono neanche risultate idonee e sono state eliminate dalla competizione.

In definitiva, faranno delle porcate. Perché le vittime della nuova religione del rigorismo fiscale e normativo sono sempre i nuovi, gli ultimi arrivati. I vecchi fanno il casino, si aggiustano la palla sul piede, e poi dicono che basta aggiustarsi la palla sul piede!

Così il ministro Carrozza già parla di nuovi concorsi a cattedra, e dice che gli idonei non immediatamente assunti del concorso 2012 possono anche prendersela nel culo. Cioè, se uno viene assunto è capace ad insegnare. Se uno non viene assunto, non è capace ad insegnare.

Amici cari, che bisogno c’è di un altro concorso, quando ci sono persone che un concorso lo hanno già superato e sarebbero in grado di insegnare? Ma è molto semplice e mi stupisco del vostro stupìo!

Alla politica serve consenso. Serve alimentare le speranze delle persone, e sti cazzi se nel frattempo fotti quelle di altre. Le persone che spereranno nella futura assunzione rappresentano un bacino elettorale infinitamente maggiore di quelle che non sono state assunte.

Ma avrò modo di aggiornarvi ulteriormente. Evviva🙂

simpson lavagna

Tag:, , , , , , , ,

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: