Skip to content

theselbmann

Jean de Santeul aveva ragione. E anche Eddie Murphy. E anche Charles Darwin.

La Selbmann e l’Atroce sono in fila alle poste, dove la cosa migliore è teorizzare. Al lungo semaforo di Porta Romana, si sono detti che la politica è un sacco dentro alle cose, forse troppe, proprio dappertutto, in tutti i discorsi e a volte, detto fra noi, te la porti pure a letto. E uno tifa già allo stadio e diventa impegnativo avere troppe squadre a cui stare appresso.

E nessuno vuole vivere in perenne campagna elettorale. Le persone vogliono solo essere felici, provarci, e cercano come possono una cosa sola, che poi è stare bene. Alcuni vogliono diventare ricchi, ad altri non interessa. E questo, come tutte le verità, è estremamente banale.

La teoria è semplice: va su un governo e se tra cinque anni io sarò stato bene, rivoterò quel governo. Se sarò stato male, ne voterò un altro. Nel frattempo, però, non rompete troppo i coglioni che ho parecchio da fare.

Invece no. Perché è forte la tentazione di scambiare il “sarò stato bene” con “hanno deciso ciò che mi serve, perché lo sanno meglio di me”. Meno comune è leggere “sarò stato bene” con “ho deciso cosa è meglio per me e non mi hanno rotto i coglioni mentre ho cercato di ottenerlo”.

Continua a leggere su Il Maldestro

liberi

Tag:, , , , ,

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: