Skip to content

theselbmann

Jean de Santeul aveva ragione. E anche Eddie Murphy. E anche Charles Darwin.

Ammettilo. Anche tu una volta sei stato lì, con una birra in mano e un altro disperato di fianco. Uno di voi ha alzato la testa, forse proprio te, e come colto da idea geniale ha detto, oh ma se ss’aprimo un locale! Aprire un locale, una cosa generica, un posto dove bere mangiare, sedere. Soprattutto pagare. E’ quello che stavi pensando quando hai alzato la testa. Hai visualizzato il gesto del cliente che ti allunga la carta, o che mette insieme le quote di quelli che sono stati lì, al locale. I soldi. E a te i soldi ti servono tantissimo. Li vuoi.

La gente fa giri, vede cose, conosce persone, studia roba, prova lavori, dà esami e poi alla fine… apre il locale. Finiscono tutti lì. Tutti, li sto contando uno ad uno. Ne mancano pochi ormai, e alla fine, tra non molto, tutti quelli che conosco avranno aperto un locale.

Tanto che ormai mi sento in minoranza. Voglio anche io aprire un locale! Ma sarà troppo tardi. Quando deciderò di aprire un locale saranno finiti tutti i cibi a km zero, e se non servi cibo a km zero… che cazzo di nuovo locale sei?

Tag:

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: