Skip to content

theselbmann

Jean de Santeul aveva ragione. E anche Eddie Murphy. E anche Charles Darwin.

Tag Archives: Babbo Natale

doodle natale

Il doodle di Natale è bellissimo. Perché a Natale dobbiamo assolutamente tornare bambini moccolosi, qualora non lo fossimo già ampiamente durante tutto il resto dell’anno.

Vorrei rassicurare i pochi coraggiosi temerari che hanno tempo da perdere a leggere questo blog: ancora non ho vomitato. Ma di solito vomito a Vigilia, perciò ancora non è detta l’ultima parola.

E vorrei anche darvi qualche informazione assolutamente innecessaria sul mio inizio di giornata.

Sveglia all’alba per rumori casalinghi.
Perseveranza nell’addormentarsi di nuovo almeno fino alle 8.
Sveglia definitiva con caffè BUMBUM.
Ricognizione necessità menù della sera (facciamo Vigilia a casa mia)
Presa di coscienza necessità e lista delle cose da fare
Vestizione subitanea, ascensore e macchina, cercando di evitare il vicino sessuomane che fa le poste alle femmine nei garage.
Destinazione Ipercoop per ritirare il pesce ordinato, cercando di evitare i 500 mendicanti accorsi in occasione delle feste.
Destreggiamenti coraggiosi tra donne incazzate che devono fare la fila anche se hanno ordinato il pesce, ma che hanno i capelli appena fatti, per venire bene nelle foto.
Caricamento da soma delle 200 cose essenziali da comprare all’ultimo momento, convinti di aver comprato già tutto, cercando di evitare le telefonate apprensive della Contessa che è in pieno panico pre Vigilia.
Stop per un regalino che mi è venuto in mente all’ultimo momento.
Arrivo a casa e imbracciamento del grembiule da cucina rosso con le candeline, natalizio da fare impressione.
Accensione della playlist natalizia accuratamente preparata negli anni.
Preparazione del soffrittino; taglio dei pachini; spolpamento degli astici…. eh sì, il primo lo cucino io: tagliolini all’astice, ala faccia de chi cce vo mmale!

E non è mica finita…

Ma la cosa peggiore, fino ad ora, è quell’orribile brufolo da quattordicenne che è comparso esattamente sulla punta del mio naso, tanto per farmi ricordare il Natale 2012 come quello della regressione alla pubertà.

Ma mi consolo! Perché da un momento all’altro passerà Babbo Natale.

E allora Buon Natale a tutti! E raccontatemi cosa vi hanno regalato eh!!!!

p.s.

Ma… esiste  Babbo Natale?

YES, VIRGINIA!

Aggiornamento: mi suggeriscono il GOOGLE SANTA TRACKER, per seguire le tracce di Babbo Natale e sapere quando arriverà nella vostra città! Evviva!

Annunci

Tag:, , , , , , , ,

Sì, sono in una specie di hotel. Non voglio rivelarvi di più. Ma vorrei parlare di una di quelle cose che, ne sono certa, capitano a molti, forse a tutti, ma non voglio generalizzare troppo.

Sono quelle piccole cose, che ti fanno pensare che sei una persona molto scaltra, dal sopraffino fiuto per l’affare, per la ladrata. Una persona che può manipolare la gente e far finta di niente, incassando più di quanto avrebbe mai immaginato.

Così penso spesso quando vado in hotel. Prendo e nascondo in valigia le saponettine, gli shampoo, i doccia schiuma, tutti i ricchi premi e cotillon che la direzione ha deciso di offrire agli ospiti. Con questa antica tattica, il giorno dopo il personale delle pulizie penserà che sia opportuno rimpinguare la stanza del materiale per la cura del corpo che non hai più, e tu puoi rinascondere tutto abilmente nel tuo bagaglio e rifarla franca. E il giorno dopo ricominciare tutto da capo.

Pertanto, pieno di maligni propositi, te ne esci dalla camera con un sorriso beffardo. Pensi che in questo modo, una volta tornato a casa, non comprerai più saponi per due mesi. Ti fai i tuoi giri, o qualsiasi cosa tu sia andato a fare fuori casa, e poi fai ritorno all’hotel. Entri in camera. Chiudi la porta. Punti dritto alla porta del bagno e ti avvicini a grandi passi. Entri.

Vuoto.

Non ti hanno rimesso niente.

E’ come quando la mattina da piccolo guardi sotto il bicchiere se il topolino ha lasciato il soldo al posto del tuo primo dentino caduto, e trovi il nulla. Come quando non è passato Babbo Natale, o la Befana non ha riempito la calza.

Non ti resta che chiamare la reception e chiedere mestamente che ti portino un rotolo di carta igienica.

Tag:, , , , , ,

Bisogna mangiare leggero, il 24 dicembre. Evitare una colazione pesante e fare un pranzo che anche i ricoverati lo schiferebbero.

Si potebbe pensare che è facile, invece è tremendamente complicato. Casa tua non è mai così piena di insidie durante il resto dell’anno. Il 24 dicembre, in ogni stanza c’è qualcosa che ti mette alla prova.

Ore 9:00
Ti svegli e ti rendi conto che è Natale. Fico. Trovi panettoni e pandori a darti il buongiorno. Sono a tutti i gusti e a tutte le farciture. Il primo istinto sarebbe inzupparli in un catino di latte intero e strafogartici senza dignità. Invece ti sorseggi un caffè e senti lo stomaco brontolare.

Ore 11:00
A metà mattinata, trovi un vassoio pieno di nociata di Ugo. Una dozzina di pezzetti dovrebbero bastare a placare la tua fame. Ma non puoi toccarli. Ricorda, stasera è Vigilia.

Ore 12:00
Chissà che c’è in questa busta appesa ad una sedia in cucina…ora la apro…..

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH

il capitone che si sta scongelando O_O
che impressione…

Ore 13:00
No vabè, qualcosa devo mangiare. Un cacio e pepe? Una amatriciana affogata al pecorino? Un anticipo del cenone?
Ricorda, stasera è Vigilia.
Brodino! Una bella vellutata legumi e piselli Findus e un’arancia. Bagna tutto con un buon bicchier d’acqua. Al Belcolle magnano mejo.

Ore 14:00
ZZZZZZZ suona il citofono.
Evvai! Se abbiamo ospiti è nostro dovere offrire qualcosa, quindi vuol dire che se magna! E infatti una graditissima ospite ci porta dei cortesi omaggi natalizi. Su mia idea, tiriamo fuori il vassoio di nociata, che adocchio da ore. Timidamente allungo la mano e ne prendo un pezzetto anche io. E’ la cosa più buona della giornata. Grazie, Ugo!

Ore 15:00
Ti aspettano almeno 5 ore di digiuno. Organizzati.

Ore 20:00

Vigilia

Poi ve dico che ho magnato.

Intanto Babbo Natale is coming to town, scortato dalle sue renne. Eccone un’immagine che mi hanno appena mandato alcuni testimoni che lo hanno visto passare:

Tag:, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: